.
Annunci online

Scrivendo sulla mia tastiera
Si vede
post pubblicato in diario, il 16 settembre 2019


Si vede proprio fin da ora la mano del nuovo governo.
Per quanto riguarda la politica estera, nel caso il comportamento tenuto nei confronti dello sbarco di stranieri partiti dai vari - io dico buchi liberi - dove sulla propria terra sognano l’Europa.
Ogni uno dei richiedenti asilo sogna l’Europa, “la terra promessa”.
Questi poveri scappano da miseria sfruttamento e comportamenti inumani; certo direte noi non siamo il paese del bengodi. Ma se arrivano dopo attraversate inumane a bordo di carrette del mare, non si possono affondare in un mare di morte.
La via giusta a mio giudizio è che tutta la comunità europea deve farsi carico in modo equo e solidale di questa gente che lascia la propria terra sperando in un futuro migliore.
La politica del precedente governo in primis Salvini, cosa voleva fare? Affondare le - carrette del mare; altra obiezione allora apriamo le porte a tutti.
No, vanno aiutati ad integrarsi nel mondo occidentale e se ci definiamo civili non possiamo adottare un comportamento incivile girandoci “dall’altra parte” e far finta di non vedere.
Ogni nazione europea deve farsi carico di questi poveri non voltando le spalle ma attuando una politica di integrazione, siamo un paese, un Unione, che deve soccorrere il più bisognoso, al contrario di certuni che prima voltavano le spalle per non vedere. Ognuno nel suo piccolo deve fare uno sforzo nell’accoglienza in una parte del mondo che si dice civile e si chiama Unione Europea non a parole ma di fatti.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. attualita’ emigrazione riflessioni Europa vita

permalink | inviato da vikenti il 16/9/2019 alle 17:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia        ottobre
calendario
adv